Finanziamenti alle PMI, prestiti agevolati dai Confidi

Finanziamenti agevolati 2023 dei Confidi a favore delle MPMI di tutti i settori economici, 80% a tasso zero fino a100mila euro: requisiti e beneficiari.


Roma (Rm) – Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy concede finanziamenti agevolati alle PMI e micro-imprese tramite i Confidi. Per le aziende operanti in tutti i settori economici, infatti, come ogni anno sono previste risorse dedicate, con erogazione di credito diretto a tasso zero.

Vediamo come ottenere tali fondi, a chi richiederli e a quali condizioni agevolate

MPMI beneficiarie dei finanziamenti agevolati

Finanziamenti agevolati dei Confidi sono concessi alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) che operano su tutto il territorio nazionale e in tutti i settori economici. Inoltre, devono risultare classificate di micro, piccola e media dimensione secondo la definizione UE. Le MPMI devono essere iscritte al Registro delle imprese ed essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, mentre non devono essere in stato di scioglimento o liquidazione.

Prestiti a tasso zero dei Confidi alle PMI

Finanziamenti erogati dai Confidi si caratterizzano per un tasso di interesse pari a zero e per un limite massimo del credito erogabile per singola impresa beneficiaria pari al 5% dell’ammontare delle risorse assegnate al Confidi stesso. Altre caratteristiche sono:

  • importo del finanziamento agevolato erogato da Confidi minori non superiore a 100mila euro;
  • quota parte del finanziamento agevolato non superiore all’80% a tasso zero e quota residua del 20% dell’importo a valere su risorse proprie (su questa quota residua si può applicare un tasso di interesse);
  • il Confidi può applicare una commissione a copertura dei costi di istruttoria e gestione sull’intero finanziamento, nel limite dello 0,5%.

L’agevolazione è concessa nei limiti di quanto previsto dai Regolamenti de minimis vigenti. Tutte le regole, nel decreto attuativo per il 2023.

Confidi: cosa sono e dove trovarli

I confidi sono consorzi e cooperative di garanzia collettiva fidi, regolarmente autorizzati. Svolgono dunque l’attività di rilascio di garanzie nei confronti di piccole e medie imprese o liberi professionisti, per favorirne l’accesso al credito di banche e di altri intermediari finanziari (art. 13, comma 1, del D.L. n. 269/2003).

In Evidenza

‘Poste Italiane’, il Governo professa italianità ma vuole svendere un altro asset

Dalla Segreteria regionale Sinistra Italiana Lazio un monito di allerta per l’economia del Paese Comunicato stampa di Sinistra Italiana Lazio…

Continua a leggere ...
Hisilicon Balong

Lariano, approvata la variante al Piano Regolatore

Il Vice Sindaco ed Assessore Roberta Bartoli, “Tutte le novità per rendere più moderna la città” di Redazione Lariano (Rm)…

Continua a leggere ...

‘Race for the Cure’: un bel momento per la lotta ai tumori del seno!

La più grande manifestazione in Italia e nel mondo per la lotta ai tumori del seno, la Race for the…

Continua a leggere ...

Festa della Mamma

Idee per un Regalo - 331.434.16.37