‘Avviso Pubblico’, Enti locali e Regione contro le Mafie

È stato un momento di confronto e dibattito importante, per ribadire che questa sfida può essere affrontata solo da una cooperazione viva di politica e cittadinanza attiva

di Redazione


Roma (Rm) – Si è svolto, presso la Sala Etruschi del Consiglio regionale del Lazio, l’evento su trasparenza e legalità negli Enti locali, che ha visto la presenza di numerosi amministratori e amministratrici dei diversi Comuni della Regione.

Nella settimana della ‘Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie’, la consigliera Eleonora Mattia e la collega Marta Bonafoni hanno pensato che fosse necessario un tavolo di discussione con l’associazione ‘Avviso Pubblico’ sulle questioni della trasparenza e la lotta alle mafie nel Lazio!

Nel corso dell’evento sono intervenuti oltre al Presidente di Avviso Pubblico, Roberto Montà – che ha raccontato il lavoro che l’associazione svolge da quasi 28 anni – la presidente della XIII Commissione consiliare “Trasparenza e pubblicità”, la consigliera Marta Bonafoni, Eleonora Mattia, Vicepresidente della I Commissione Antimafia alla Pisana, la consigliera delegata alla Trasparenza della Città Metropolitana di Roma Capitale Tiziana Biolghini, il presidente di ANCI Lazio Riccardo Varone e l’assessore al Patrimonio e Politiche abitativa di Roma Capitale Tobia Zevi.

“Per Avviso Pubblico è importante poter far conoscere una rete che è composta da 578 enti, 15 nel Lazio, tra cui la Regione e il Comune di Roma. L’incontro, in particolare, è finalizzato a presentare una serie di buone e concrete prassi, testimonianti la presenza di una buona politica e di una buona amministrazione che rappresentano gli strumenti efficaci e sostanziali per contrastare mafie e corruzione. Auspico che la sensibilità mostrata dalla Regione Lazio nel trovarsi qui, a ridosso di una giornata significativa come il 21 marzo, porti la rete di Avviso Pubblico a rafforzarsi a livello regionale, considerato che nel territorio laziale la presenza delle mafie è particolarmente importante e la lotta per contrastarla non può essere delegata solo alle forze della magistratura e di polizia.”

💼 I Numeri impressionanti mostrano un aumento record delle interdittive antimafia nella nostra regione, soprattutto nell’ultimo anno. È chiaro che dobbiamo agire per garantire legalità e trasparenza, attraverso alle buone pratiche.

“Siamo fiduciosi che il Tribunale di Velletri dichiari al più presto la sentenza di incandidabilità, con l’elenco degli esponenti politici delle giunte di Anzio e Nettuno, in modo da dare le coordinate necessarie all’opinione pubblica per individuare, entro le prossime elezioni europee 2024, ormai alle porte, una classe politica in grado di instaurare un nuovo patto di rappresentanza basato sui valori di legalità e rinascita socioculturale.”

💡 “Continuiamo a batterci insieme per un Lazio libero dalle mafie.” Così ha concluso Eleonora Mattia

In Evidenza

Salvatore Terrusa ucciso per rubargli il Reddito di Cittadinanza, due arresti

Un omicidio preterintenzionale per cui sono finiti in manette un uomo e una donna, residenti a Velletri. Una coppia, lui…

Continua a leggere ...

Vinitaly, la Regione Lazio espone le eccellenze: ‘prestigio e responsabilità’

Il Presidente Francesco Rocca dopo l’inaugurazione, con evidente soddisfazione: “orgoglioso del modello Lazio al Vinitaly. E’ stato fato un grandissimo…

Continua a leggere ...

Primo Maggio dei Castelli, per la prima volta non si svolgerà al Palabandinelli

L’organizzazione del “Primo Maggio dei Castelli” ha appena comunicato che, senza una risposta formale, il Comune di Velletri, malgrado ripetute…

Continua a leggere ...

Festa della Mamma

Idee per un Regalo - 331.434.16.37