Morte Desirée: legale famiglia, ci aspettavamo conferma condanne

“Attendiamo di leggere le motivazioni della Cassazione”


Roma (Rm) – Abbiamo ricordato in un precedente articolo il tempo trascorso dall’efferato femminicidio di cinque anni fa che ancora non vede giustizia per Desirèe Maiottini.

Dopo una prima perplessità per non essere stata considerata la violenza sessuale come reato a parte perché assorbita nell’omicidio, che ha creato sconcerto nei familiari che si attendevano un rigetto su tutto, il resto del quadro accusatorio relativo alle responsabilità per l’omicidio di Desiree ha trovato conferma”.

Lo afferma l’avvocato Claudia Sorrenti, legale di Serena Mariottini, zia di Desirée, commentando la decisione della Cassazione relativa al processo per la morte della 16enne originaria di Cisterna di Latina avvenuta il 19 ottobre del 2018.
    “Attendiamo le motivazioni ed il nuovo giudizio sulla posizione di Gara Mamadou e sulle altre questioni di cui sarà investita la Corte di Appello“, aggiunge.

In Evidenza

Nuovo Piano Sociale approvato dalla Regione per il triennio 2025-2027

Assessore Maselli: «L’adozione del Piano sociale rappresenta un’esigenza operativa indispensabile ed improrogabile, connessa all’esercizio delle funzioni regionali di programmazione, coordinamento…

Continua a leggere ...

Un nuovo Centro  Sportivo Polifunzionale nell’area dell’ Aenova Group

Inaugurazione con le autorità locali mercoledì 17 ore 18.30 a Borgo San Michele. Rugby, Calcio, Nuoto, Pallanuoto, Spazi Verdi gestiti…

Continua a leggere ...

Regione, via libera alla realizzazione dell’impianto di Biometano di Artena

“Buttati al vento anni di battaglie dei comitati cittadini”. Quello che non era stato consentito al pubblico anche a seguito…

Continua a leggere ...

Festa della Mamma

Idee per un Regalo - 331.434.16.37