Papa Benedetto XVI, nel ricordo ad un anno dalla scomparsa del 31 dicembre

La città di Velletri e la Diocesi Suburbicaria di Velletri–Segni davano l’arrivederci cristiano a quello che dal 19 Aprile del 2005 consideriamo il nostro Papa

di Alessandro Filippi


Velletri (Rm) – Il 31 Dicembre dello scorso anno, presso il Monastero “Mater Ecclesiae” in Vaticano, tornava al padre, il Pontefice emerito Benedetto XVI. La città e la Diocesi Suburbicaria di Velletri – Segni davano l’arrivederci cristiano a quello che dal 19 Aprile del 2005 consideriamo il nostro Papa.

Per una antica consuetudine all’interno del Sacro Collegio, il Card. Joseph Ratzinger, all’epoca prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, il 5 Aprile 1993, veniva promosso dall’ordine presbiterale a quello dei Vescovi con il titolo suburbicario di Velletri – Segni, rimasto vacante per la morte del Cardinale Sebastiano Baggio Camerlengo di Santa Romana Chiesa.

Il Cardinale Joseph Ratzinger venne a prendere canonico possesso del titolo, il 16 Maggio successivo durante una solenne concelebrazione a San Clemente, durante la quale con la lettura della bolla pontificia di concessione divenne il nuovo Cardinale Vescovo del titolo suburbicario di Velletri -Segni.

Il quarto in linea di successione da dopo il motu proprio di San Giovanni XXIII del 1962 con il quale riformando le sedi suburbicarie trasferiva la “podestà ordinaria” dai Cardinali Vescovi ad un Vescovo residenziale, trasformando di fatto gli ex ausiliari in ordinari diocesani.

Da quel 16 Maggio di trent’anni fa iniziava un cammino destinato a durare dodici lunghi anni, che hanno fatto affezionare il Cardinale alla Diocesi e la Diocesi al Cardinale. Molte sono state le occasioni che lo hanno visto presente fra noi. Oltre alle Feste della Madonna delle Grazie e di San Clemente dove non ha mai fatto mancare la sua presenza, ha scelto di celebrare a Velletri alcuni importanti anniversari che lo hanno riguardato personalmente.

Anniversari che ha celebrato con alcuni amici più cari e con il fratello Don George, torna alla mente la solenne celebrazione per il suo 70 compleanno alla quale era presente l’allora arcivescovo Tarcisio Bertone oggi Cardinale Vescovo del titolo tuscolano, oppure quella per il suo 50 anniversario di sacerdozio, per la quale ha voluto lasciare a futura memoria la bella tarsia marmorea del suo stemma sul pavimento davanti al portale della Sagrestia della Cattedrale da lui fatto appositamente restaurare.

Legato profondamente a quella che fino alla fine ha considerato “la sua” cattedrale, ha voluto donare l’organo elettrico e dare un fattivo contributo per alcuni importanti lavori di restauro. Ha voluto che fosse il compianto vescovo Andrea Maria Erba a rendere al nuovo Papa l’atto di obbedienza a nome del Collegio dei Vescovi durante la messa di inizio del ministero petrino, celebrata in Piazza San Pietro il 24 Aprile del 2005.

Nel 2007 è tornato da Papa nella sua diocesi ed in Piazza San Clemente ha pronunciato quel famoso discorso durante il quale ha usato l’espressione “tra di voi mi sento in famiglia” rimasta nel ricordo di tutto. Alla sua chiesa di Velletri – Segni, ha voluto tra i suoi disposti testamentari destinare la somma di 20.000 euro.

Grati per la sua presenza tra noi, ad un anno dalla sua scomparsa lo ricordiamo con affetto e riconoscenza, sperando che l’amministrazione comunale sopperendo alla mancata concessione della cittadinanza onoraria in vita, possa oggi dedicargli uno spazio pubblico, affinchè resti memoria di questo legame e di questa storia.

In Evidenza

Salvatore Terrusa ucciso per rubargli il Reddito di Cittadinanza, due arresti

Un omicidio preterintenzionale per cui sono finiti in manette un uomo e una donna, residenti a Velletri. Una coppia, lui…

Continua a leggere ...

Vinitaly, la Regione Lazio espone le eccellenze: ‘prestigio e responsabilità’

Il Presidente Francesco Rocca dopo l’inaugurazione, con evidente soddisfazione: “orgoglioso del modello Lazio al Vinitaly. E’ stato fato un grandissimo…

Continua a leggere ...

Primo Maggio dei Castelli, per la prima volta non si svolgerà al Palabandinelli

L’organizzazione del “Primo Maggio dei Castelli” ha appena comunicato che, senza una risposta formale, il Comune di Velletri, malgrado ripetute…

Continua a leggere ...

Festa della Mamma

Idee per un Regalo - 331.434.16.37