Riequilibrio dei rapporti con il Parco dei Castelli Romani, uno dei punti forti di Forza Italia

Il capolista Salvatore Ladaga risponde alle nostre domande sul programma elettorale e rivendica il ruolo molto importante di Forza Italia nella coalizione del Centrodestra


Forza Italia è la parte più liberal moderata dello schieramento e per questo, le spetta il compito di forza mediatrice?

Forza Italia ha un ruolo molto importante già a livello nazionale, andrebbe bene che il centro destra vincesse anche perché ci sono partiti che tirano molto più di noi, ma sarebbe bello che Forza Italia avesse un ruolo primario. Forza Italia è un’area moderata, che costruisce percorsi, disposta al dialogo culturale e portando rispetto a tutti coloro che non la pensano nella nostra stessa maniera. Spero che, in questa tornata elettorale, ci sia una sorta di riconoscimento da parte di Velletri. Per la nuova Velletri serve moderazione, buon senso, capacità di ascoltare ma soprattutto grande umiltà. La lista di Forza Italia è un mix perfetto tra giovani e persone d’esperienza che, insieme, possono essere di grande aiuto al candidato Ascanio Cascella.
Quello di amministrare Velletri insieme alla sinistra, deve essere interpretato soltanto come esperimento?
Va detto, prima di tutto, che io e Forza Italia siamo stati sempre coerenti con ciò che abbiamo detto e fatto. Il problema di questo centro sinistra è che ha perso spezzoni di alleati di coalizione, noi di Forza Italia siamo arrivati dopo e abbiamo fatto un’operazione per un’alleanza per essere presenti attivamente in Consiglio Comunale e questo va dato atto anche al Sindaco Pocci che ha rispettato l’accordo con coerenza e serietà. Io, in prima persona, ho svolto il ruolo di Vice Presidente Vicario del C.A.L., in virtù del fatto che Pocci stesso ha nominato subito Assessore Alessandro Priori e ha permesso a me di fare il Consigliere e a Forza Italia di stare in Consiglio Comunale.

Successivamente, le dico, che noi non abbiamo fatto nessun esperimento a sinistra perché io ho fatto le Europee da Candidato, poi abbiamo fatto le politiche eleggendo un deputato su questo territorio, abbiamo fatto le regionali con un candidato che è figlia di questa terra e che si contraddistingue, quindi siamo stati sempre protagonisti e questo ci ha permesso di avere sempre un buon rapporto con la sinistra e di poter sempre ragionare sul da farsi. Concludo dicendo che, quello con la sinistra, non sia stato un esperimento ma più che altro un percorso utile per entrambe le fazioni.


Quali sono i tre punti del programma che per Forza Italia avranno la precedenza?

Tutti i punti del programma sono importanti e avranno la stessa priorità. Prima di affrontare le singole questioni, bisogna avere sicuramente la capacità di ascoltare sempre il parere dei cittadini ed essere predisposti all’ascolto. L’idea di Forza Italia è quella di snellire la burocrazia, elaborare nei primi 100 giorni delle delibere e fare delle linee guide in modo da mettere tutti sullo stesso piano.

Una questione che ci sta molto a cuore è il riequilibrio dei rapporti con il parco regionale dei Castelli Romani. Dopo tanti anni siamo ancora ad interpretare la legge quando invece, andrebbe solamente applicata. È per questo, che vogliamo che sia applicata la legge che individua in maniera precisa quali sono i confini del parco, che per false interpretazioni, ritardi e difficoltà di altro tipo hanno prodotto un grave e dannoso ritardo nel rilascio di autorizzazioni in sanatorie e non, con conseguente disagio per il mercato immobiliare, mancati incassi da parte dei comuni e soprattutto anche dopo una vita di lavoro, lasciare in eredità ai propri figli una proprietà. Questo fatto sempre salva la legge e la norma di riferimento. Quello che vogliamo fare è dare certezza al territorio sulle cose che si possono realizzare. Molto spesso alcuni temi vengono affrontati in maniera troppo superficiale da persone che ne sanno poco, per fortuna a Velletri c’è gente che ha diverse conoscenze e competenze e può dare la giusta priorità a tutto.

Vittoria al primo turno o ballottaggio?

È ovvio che auspico alla vittoria, vincere al primo turno significherebbe guadagnare 15 giorni che non sono pochi. Martedì in Consiglio Comunale abbiamo approvato all’unanimità il rendiconto conclusivo del 2022, discutendo in maniera serena e collaborando ricordando sempre che queste dinamiche non appartengono né alla destra e né alla sinistra, ma a tutta la cittadinanza. L’intervento, a nome di tutto il centro destra, è stato fatto da Paolo Felci che in questi anni è maturato ed ha cambiato il suo modo fare ed intendere la politica. L’importante è vincere, più importante ancora è far tornare la politica al centro di tutto, bisognerà ragionare ed interloquire nella maniera più coerente possibile. Ho sempre cercato di farlo nella maniera più serena e cercando sempre di mettere l’obbiettività davanti a tutto. Sono convinto che per questa città ci sia bisogno di un cambiamento, in questi 15 anni di governo di sinistra i problemi ci sono stati e sono sotto l’occhio di tutti, quindi credo che un governo di destra possa dare la giusta scossa.

Cosa sente di rispondere all’articolo fatto da Repubblica, sulla sua persona, riguardo episodi precedentemente accaduti e molto delicati?

Sono stato più volte accusato di aver compiuto fatti illeciti, anche se non mi riguardavano in prima persona, sono abituato agli attacchi. Non ho nulla da dimostrare e sto sempre attento a ciò che faccio. Nell’articolo di Repubblica vengono fatte allusioni e accuse varie, le uniche vittime di quella faccenda sono sicuramente il povero Willy ma anche mio nipote che è un bambino innocente che non ha alcuna colpa. Ho sempre subito attacchi di questo genere ma per fortuna ne sono uscito sempre illeso.

Se sarà eletto nella prossima Amministrazione, cosa vorrebbe per Velletri? 

I cittadini di Velletri devono tornare a lavorare sul territorio e valorizzarlo, facendo tornare Velletri una città più vivibile. Sono forte delle mie idee, la campagna elettorale che stiamo affrontando è dura ma stimolante, sto facendo tanto per tutti gli altri candidati della mia lista data la mia esperienza, mi aspetto che Velletri mi consideri un valore aggiunto e mi dia nuovamente fiducia.

In Evidenza

‘Azione’ con il Candidato Alessio D’Amato per le Europee

A Velletri presso il locale Raw 125 appuntamento elettorale per la campagna in corso di Lorenzo D’Auria Velletri (Rm) -…

Continua a leggere ...

Velletri abbraccia Tiziana Pepe e l’Onorevole Claudio Lotito

Una serata carica di entusiasmo e partecipazione ha accolto la candidata alle elezioni europee con Forza Italia, Tiziana Pepe, e…

Continua a leggere ...

PD Velletri inaugura la campagna elettorale per le Europee

Due personaggi di spessore e spicco hanno dato impulso a Velletri per le Europee, Matteo Ricci , ex Presidente della…

Continua a leggere ...

Festa della Mamma

Idee per un Regalo - 331.434.16.37