Caso Lavinia, la Garante dell’infanzia del Lazio fa visita a Lavinia Montebove

“Farò approfondimento sulla vicenda giudiziaria, vicina alla bimba e a questa famiglia”. Il PM “l’asilo aveva un’organizzazione rudimentale”

di Redazione


Velletri (Rm) – Un approfondimento sulla vicenda giudiziaria” e la volontà di conoscere e di essere vicina “alla piccola Lavinia, a mamma Lara e a papà Massimo”. E’ il messaggio forte e carico di emozione della visita, avvenuta nel fine settimana- seguita in esclusiva dalla Dire- della Garante dell’infanzia e Adolescenza del Lazio Monica Sansoni alla piccola Lavinia Montebove, a Velletri, la bimba in stato vegetativo dopo esser stata investita nel parcheggio dell’asilo a 16 mesi, ad agosto 2018.

Il processo di primo grado, che è alle battute finali, vede imputate la maestra e la mamma investitrice per le quali il PM ha chiesto rispettivamente 2 e 1 anno.

Qualche ora insieme nella stanza di Lavinia dove favole e bambole tolgono l’aspetto ospedaliero di macchine, flebo e mille strumenti di assistenza e dove la sorellina piccola si arrampica sul letto rosa e si stende accanto a Lavinia che ha gli occhi socchiusi o dorme, ma ogni tanto sposta il capo o una manina.

La Garante ha chiesto informazioni sul processo e ha voluto sapere tutto dell’assistenza sanitaria per la piccola di cui la Regione copre la metà delle ore: ha bisogno infatti di un infermiere h24.

Papà Massimo e mamma Lara hanno ormai acquisito conoscenze e abilità di sanitari, e aspettano con ansia una sentenza che metta la parola dello Stato su questa tragica vicenda che ha condannato la piccola a una condizione di stato vegetativo di minima coscienza irreversibile.

Felici ed emozionati i genitori per questa visita che testimonia, come ha detto papà Massimo pensando anche alla lunga battaglia in aula di Tribunale, “la vicinanza delle Istituzioni” in un pomeriggio speciale che “non dimenticheremo”.

In Evidenza

Salvatore Terrusa ucciso per rubargli il Reddito di Cittadinanza, due arresti

Un omicidio preterintenzionale per cui sono finiti in manette un uomo e una donna, residenti a Velletri. Una coppia, lui…

Continua a leggere ...

Primo Maggio dei Castelli, per la prima volta non si svolgerà al Palabandinelli

L’organizzazione del “Primo Maggio dei Castelli” ha appena comunicato che, senza una risposta formale, il Comune di Velletri, malgrado ripetute…

Continua a leggere ...

Fausto Servadio risponde alla trasmissione de La7, “riprovevole”

La reazione alla inchiesta de La7 su Velletri, ‘città omertosa e mafiosa’ non finisce di suscitare risposte adeguate e corredate…

Continua a leggere ...

Festa della Mamma

Idee per un Regalo - 331.434.16.37