Festival Sviluppo Sostenibile, grande entusiasmo dei liceali di Velletri

Come da programma, si sono tenuti nei giorni 11 e 19 Maggio i due Eventi promossi dall’Associazione Velletri 2030 nell’ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile, promosso a livello nazionale dall’ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile)


Finalmente due incontri dove poter parlare di futuro ( Festival sviluppo sostenibile ) con chi il futuro lo dovrà vivere veramente. Non la solita liturgia, mirata più a creare la notizia da poter pubblicare invece che a dibattere il futuro che spetta alle nuove generazioni.

L’Evento del 11 Maggio si è tenuto all’aperto, all’interno del parco cittadino di “Villa Ginnetti”, e ha visto la partecipazione degli alunni di alcune scuole secondarie di primo grado (scuole medie) della città di Velletri. Con gioia e con divertimento gli alunni si sono sottoposti ad una lezione mirata a diffondere i 17 Obiettivi dell’Agenda 2030 attraverso una Gara di Orientamento Educativo che li ha impegnati nella ricerca di 17 Tabelle, quanti sono gli Obiettivi dell’Agenda 2030, collocate all’interno del Parco, avvalendosi di una cartina. Ad ogni Tabella era abbinata una domanda a cui ogni squadra doveva rispondere per poter continuare la ricerca.

L’Evento del 19 Maggio si è tenuto nell’Auditorium della Casa delle Culture e della Musica della città di Velletri, ha visto la partecipazione degli studenti di alcune scuole secondarie di secondo grado (i licei), con l’obiettivo di presentare e dibattere i diversi aspetti e contributi ai Cambiamenti Climatici riconducibili alle attività umane, nonché il contributo che potrebbe dare l’innovazione, tecnologica ma non solo.

Entrambi gli Eventi sono stati pensati come una continuazione degli analoghi Eventi dell’anno 2022, ma con una grande differenza. Tre delle relazioni presentate nell’Evento del 19 Maggio sono state il risultato di una lavoro di ricerca condotto separatamente e indipendentemente dagli alunni del Liceo Ascanio Landi, del Liceo Mancinelli – Falconi, dell’Istituto Cesare Battisti indirizzo Tecnico Agrario. Finalmente un Evento in cui i protagonisti del futuro hanno avuto il loro spazio, e gli adulti hanno ascoltato in religioso silenzio.

Si è cercato di coprire alcuni aspetti dei “cambiamenti climatici“, partendo dalla grande mole di dati scientifici prodotti dall’IPCC (Panel Intergovernativo sui Cambiamenti Climatici) ampiamente descritti dall’esperto Roberto Azzolini, e successivamente ripresi dagli studenti del Liceo Ascanio Landi coordinati dal Prof. Giovanni Abruzzese.Il contributo che può venire dall’innovazione tecnologica, la quale va sempre usata in modo ragionevole in quanto ogni tecnologia per funzionare ha bisogno di energia, troppo spesso ancora prodotta usando combustibili fossili, è stato bene illustrato  dall’esperto Fulvio Ananasso presidente degli Stati Generali dell’Innovazione (SGI). Spesso all’innovazione sono legati problemi etici. Mai dimenticare le conseguenze delle proprie decisoni, anche se nascono da attività di ricerca proiettate verso il futuro, come la robotica e l’utilizzo di tecniche di Intelligenza Artificiale per applicazioni giornaliere. Da qui il tema fondamentale dell’Etica, sia nei comportamenti che nelle decisioni che stanno alla base dell’applicazione delle nuove tecnologie. Il tema dell’Etica Ambientale, spesso trascurato dai nostri decisori, è stato trattato dagli studenti del Liceo  Mancinelli-Falconi coordinati dalla Prof.ssa Eleonora Fabbri e dal Prof. Pietro Ramellini.

Gli studenti dell’Istituto Cesare Battisti indirizzo Tecnico Agrario, coordinati dalla Prof.ssa Martina Lucci, hanno trattato il tema della ecosostenibilità in agricoltura, e delle modalità più rispettose della ecosostenibilità nella scelta di come produrre e come consumare i prodotti derivanti dalle attività agricole. Tema integrato dalla presentazione dell’esperto Massimo Marossut, ricercatore CREA,che ha bene introdotto il concetto “di impronta ambientale” di un prodotto, considerando l’intera filiera, dal seme alla tavola. Entrambi le presentazioni sono state imperniate sul concetto di Agricoltura nel suo aspetto duale di “vittima e causa” o se preferite “vittima e carnefice”.

L’Evento si è concluso con una tavola rotonda tra i diversi Relatori e/o Insegnanti di riferimento dei diversi Istituti partecipanti. E’ stata ribadita la necessità di organizzare più spesso Eventi, rivolti agli studenti, in cui trattare il tema delle cause e delle conseguenze dei cambiamenti climatici (Martina Lucci). Le diverse piattaforme tecnologiche oggi disponibili possono aiutare nel processo di adattamento ai cambiamenti climatici (Fulvio Ananasso). La necessità di mandare un segnale forte alle classi politiche e di introdurre strumenti di valutazione e misura dei risultati delle loro decisioni in materia ambientale (Massimo Morassut). L’ambiente non va visto come qualcosa che circonda l’uomo ma l’uomo è parte integrante dell’ambiente (Pietro Ramellini). Necessità di educare ai piccoli gesti che aiutano a contrastare i cambiamenti climatici attraverso un uso rispettoso delle risorse naturali (Giovannni Abruzzese). Infine alcune raccomandazioni sulla necessità di risvegliare le coscienze giovanili e sul ruolo della scuola nell’insegnamento di ciò che possiamo fare per rispettare la natura, della quale l’uomo fa parte (Roberto Azzolini).

In Evidenza

Giornata conclusiva del progetto Avis per la Primaria di Pratolungo

Gli alunni della quinta classe della scuola Primaria di Pratolungo – Velletri – si sono recati presso l’Istituto Agrario di…

Continua a leggere ...

“Francesco che sarà Santo”, il concerto gratuito a Castel Gandolfo

Il 6 giugno in piazza della Libertà il concerto gratuito in occasione dell’VIII Centenario del Patrono d’Italia. Promosso dalla Città…

Continua a leggere ...

“Una favola, mille storie”, Concerto di Solidarietà in favore di Peter Pan OVD

Undicesima edizione dello storico evento a sostegno dei bambini malati di cancro ospiti di Peter Pan di Redazione Velletri (Rm)…

Continua a leggere ...

Festa della Mamma

Idee per un Regalo - 331.434.16.37