Lariano, Ara di Norma: “avevano promesso il trasloco ed invece raddoppiano”

Dal Comitato Ara di Norma arrivano critiche all’installazione dell’ultima antenna telefonica del gestore Iliad ripercorrendo le varie fasi che hanno portato a questo raddoppio di “missili”

di Claudio Caponera


Lariano (Rm) – Correva l’anno 2002 la nuova amministrazione di centrodestra aveva promesso che entro tre mesi l’antenna per la telefonia mobile sarebbe stata spostata dal campo sportivo comunale; sono passati 22 anni e in questo lasso di tempo ne è passata di acqua sotto i ponti: innumerevoli consigli comunali dove di discuteva di realizzare un piano delle antenne, nominate commissioni consiliari, mozioni, interrogazioni ma l’antenna all’interno del Campo sportivo vicino a una scuola dell’infanzia ed elementare frequentata ogni giorno da 420 bambini, un centro sportivo dove è aperta una affermata scuola di calcio, un insediamento di case popolari, centro commerciale, palestra, asilo nido ecc. non è stata mai spostata anzi negli anni sempre nel centro urbano sono state installate nuove antenne in Via Algidus, Via Napoli sempre in prossimità di una scuola Media e scuola dell’infanzia, Via Mater Dei e la prossima a quanto sembra sarà installata in Via Roma sempre vicino a una scuola (Elementare Via Tevere n.d.r.)

Eppure il Sindaco di allora Raffaele Montecuollo e l’Assessore, Corrado Bartoli, si erano solennemente impegnati a prendere seri provvedimenti che avrebbero portato allo spostamento dell’antenna in un sito più lontano dal centro abitato come avevano richiesto a gran voce i cittadini abitanti in quella zona che appunto si erano costituiti in Comitato (Associazione Ara di Norma n.d.r.).

Sempre nella vana attesa dello spostamento, per alcuni mesi sopra la scuola elementare di Colle Fiorentino fu messa in funzione una cabina di rilevamento per accertare l’emissione delle onde elettromagnetiche emesse dall’antenna che in ogni modo secondo la legge allora in vigore non dovevano essere superiori a sei microtesla e nel nostro caso a tre microtesla perché l’antenna in questione si trovava vicino ad una scuola frequentata da bambini che hanno un’età da 3 a 10 anni e sono esposti al flusso delle onde elettromagnetiche emesse dall’antenna per otto ore al giorno (le norme di tutela ancora in vigore ne prevedono non più di quattro).

Il fatto della presenza di così tante attività doveva far presagire almeno un po’ di cautela ed evitare perlomeno di potenziare le emissioni delle antenne invece questa amministrazione comunale senza alcun preavviso ha autorizzato l’insediamento di una seconda antenna in aggiunta a quella presente che, a quanto sembra, ha più gestori. In una giornata è stata realizzata la base e installata la nuova antenna che è ben visibile da tutta la città.

I cittadini abitanti in quella zona hanno chiesto chiarimenti alle autorità preposte con segnalazioni all’Arpa, una dura nota di protesta è stata diffusa dal comitato di Ara di Norma che in quel luogo voleva eseguire alcuni lavori di sistemazione mai autorizzati e lo ha denunciato nel proprio comunicato: “Proprio poco tempo fa’ avevamo chiesto di ripulire e fare una staccionata, a nostre spese, all’interno del campo sportivo proprio a ridosso delle (oggi) due antenne e ci e’ stato risposto che per quella zona non c’era l’agibilità (oggi capiamo il perché… forse già era in programma l’installazione del nuovo missile!).”

Si, hanno ragione quelli dell’Associazione: sembra proprio un missile! Ma in ogni modo i cittadini di Lariano devono stare tranquilli. L’amministrazione Comunale ha già da tempo istituito un registro dei tumori e in caso i cittadini di quella zona e non solo possono rivolgersi agli uffici preposti per segnalare eventuali criticità. A proposito a quanto sembra, secondo gli studi fatti da alcune associazioni, risulta che le onde emesse dalle antenne non fanno male; però i tumori aumentano e con l’apertura di nuove centrali di Biogas, ampliamento di stabilimenti ai confini della nostra città e perché no anche la realizzazione dell’inceneritore a Santa Palomba non c’è da stare allegri,

Ma noi cittadini di Lariano ci dobbiamo fidare dei nostri amministratori che su l’apertura di questi nuovi siti non commentano…d’altronde non si può fare un processo alle intenzioni.

In attesa di ulteriori chiarimenti che giustifichino la scelta del comune di Lariano di installare una nuova antenna in un posto così delicato va precisato che in data 29.02.24 il responsabile tecnico ha pubblicato la seguente Determinazione che inizia così:

“Premesso che: ……..

In data 26.01.2023 giusta nota prot. 1933 la Soc. Iliad Spa inviava al S.U.A.P comunicazione per installazione di un impianto di tele-radiocomunicazioni ai sensi del DLgs n.259/2023 n.44 priva di permesso edilizio e prescritti pareri;

In data 13.11.2023 con prot. 21610 la richiedente formulava istanza, con schema progettuale e ulteriore documentazione relativa alla costruzione di un impianto di tele-radiocomunicazione di 36 mt di altezza;

Con atto prot. 23277 del 06.12.2023, il Settore Edilizia e Urbanistica inviava richiesta di integrazione e sospensione delle attività in assenza della richiesta di permesso a costruire data la rilevanza del manufatto progettato non ritenendo implicitamente abrogata la disposizione di cui all’art. 3 c. 1 del DPR n. 380(01 dagli artt. 87 e ss. del Dlgs 259/2023;

Originale

Con il medesimo atto, oltre alla sospensione dell’attività di montaggio si richiedeva integrazione con apposita istanza autorizzativa;

Con proprio atto prot. 2245 del 06.02.2024 la Soc. Iliad Italia spa proponeva ricorso avverso il provvedimento sospensivo;” Con lo stesso atto è stato dato incarico a un legale per resistere a giudizio

In Evidenza

Primo Maggio dei Castelli, per la prima volta non si svolgerà al Palabandinelli

L’organizzazione del “Primo Maggio dei Castelli” ha appena comunicato che, senza una risposta formale, il Comune di Velletri, malgrado ripetute…

Continua a leggere ...

Fausto Servadio risponde alla trasmissione de La7, “riprovevole”

La reazione alla inchiesta de La7 su Velletri, ‘città omertosa e mafiosa’ non finisce di suscitare risposte adeguate e corredate…

Continua a leggere ...

Quando il giornalismo si trasforma in una aggressione alla persona e alla sua storia

Inchiesta de La7 ha indignato oltre che infangato la comunità di Velletri ed i suoi Amministratori, con illazioni e presunte…

Continua a leggere ...

Festa della Mamma

Idee per un Regalo - 331.434.16.37