Termovalorizzatore, ‘Insieme per i Diritti e la Sostenibilità’ avverte: “Non bruciamoci il futuro”

Martedi 9 gennaio il gruppo politico di Velletri ha presentato all’amministrazione comunale una nota che riportiamo fedelmente, in merito al Termovalorizzatore di Santa Palomba

a cura di Insieme


Velletri (Rm) – Chiediamo al Sindaco, ai Consiglieri e alle forze Sociali della Città di prendere una posizione netta contro la costruzione del termovalorizzatore di Santa Palomba.

Si sta decidendo il futuro di un ampio territorio e dei suoi abitanti senza nessuna partecipazione, trasparenza e condivisione. (Leggi anche)

Il “termovalorizzatore”, così denominato, altro non è che un inceneritore necessario per mascherare l’incapacità ad effettuare una raccolta differenziata efficiente, infatti per funzionare necessita di continua alimentazione di rifiuti ad alto potere calorifico come carta e plastica, si parla di un impianto da 600 mila tonnellate annue, le sue emissioni sono continue e non filtrabili completamente, si parla di diossine, particolato sottile, metalli pesanti e ossidi nocivi.

Il dott. Paolo Crosignani, medico e fisico, riassume così alcuni risultati di uno studio effettuato sull’impianto di SILLA-2, molto simile a quello che verrà costruito a Santa Palomba: “Ci sono importanti effetti sulla salute, quali un eccesso del 71% della mortalità per cause respiratorie, un eccesso di accessi al pronto soccorso del 29% per cause cardiovascolari e del 17% per cause respiratorie negli adulti, e nei bambini addirittura pari al 44%. Tutti questi eccessi sono statisticamente significativi”.

L’impianto sorgerà a soli 10 Km da Velletri e avrà forti ripercussioni su tutto il nostro territorio, sull’economia agricola oltre che sulla salute.

Anche la presunta sostenibilità non è certo quella millantata dal commissario straordinario al Giubileo e sindaco di Roma Gualtieri, l’energia prodotta dalla combustione dei rifiuti in questi impianti è minima e non compensa quella necessaria a ricostituire le materie prime bruciate invece che riciclate, in sostanza il bilancio energetico complessivo è negativo e le emissioni di CO2 sono comparabili a una qualsiasi centrale termoelettrica. Inoltre le ceneri rimanenti (stimate in circa 190 mila tonnellate annue tra leggere e pesanti) devono essere smaltite come rifiuto speciale richiedendo apposite discariche si aggiunge inoltre il consumo di acqua per il raffreddamento altissimo, una risorsa ormai sempre più rara.

Sul tema dei Rifiuti va inoltre detto che l’Europa ha dato indirizzi precisi annovera la “termovalorizzazione” tra le scelte meno valide e lungimiranti, tant’è che ha già deciso che dal 2027 scatteranno le sanzioni agli Stati che continueranno ad inviare i rifiuti in inceneritori e finanzia strutture alternative alla combustione dei rifiuti, quelle utili a gestire il ciclo dei rifiuti recuperando i materiali che possono avere altra utilità: la carta, la plastica il vetro, l’umido, tutto riciclabile, per questo nei Comuni del Lazio ad eccezione di Roma si pratica la raccolta differenziata.

Da tempo i Sindaci dei Comuni di Albano, Pomezia, Ardea, Ariccia Ciampino, Castel Gandolfo, Genzano, Nemi, Frascati, Marino, Lanuvio si sono dichiarati contrari alla costruzione dell’inceneritore di Santa Palomba partecipando anche pubbliche iniziative.

𝐂𝐡𝐢𝐞𝐝𝐢𝐚𝐦𝐨

Che anche il Sindaco di Velletri, la sua Amministrazione, i Consiglieri Comunali di maggioranza e di opposizione e tutte le forze Politiche prendano una posizione di netta contrarietà alla costruzione dell’inceneritore di Santa Palomba a tutela della salute dei Cittadini di Velletri

In Evidenza

Salvatore Terrusa ucciso per rubargli il Reddito di Cittadinanza, due arresti

Un omicidio preterintenzionale per cui sono finiti in manette un uomo e una donna, residenti a Velletri. Una coppia, lui…

Continua a leggere ...

Vinitaly, la Regione Lazio espone le eccellenze: ‘prestigio e responsabilità’

Il Presidente Francesco Rocca dopo l’inaugurazione, con evidente soddisfazione: “orgoglioso del modello Lazio al Vinitaly. E’ stato fato un grandissimo…

Continua a leggere ...

Primo Maggio dei Castelli, per la prima volta non si svolgerà al Palabandinelli

L’organizzazione del “Primo Maggio dei Castelli” ha appena comunicato che, senza una risposta formale, il Comune di Velletri, malgrado ripetute…

Continua a leggere ...

Festa della Mamma

Idee per un Regalo - 331.434.16.37