Processo Lavinia Montebove, udienza rinviata. Verso la sentenza entro l’estate

Si avvia a conclusione il processo sull’investimento di Lavinia Montebove, la bimba investita il 7 agosto 2018 (quando aveva 16 mesi) nel parcheggio dell’asilo “La fattoria di Mamma Cocca” a Velletri


Velletri (Rm) – Udienza di discussione fissata al prossimo 19 giugno per il caso della piccola Lavinia Montebove, investita da una macchina nel 2018 all’età di 16 mesi nel parcheggio dell’asilo nido ‘La Fattoria di Mamma Cocca’ a Velletri.

La bimba oggi ha sei anni e vive in stato vegetativo. A processo ci sono la maestra Francesca Rocca, accusata di abbandono di minore e l’investitrice Chiara Colonnelli, che deve rispondere del reato di lesioni colpose gravissime. La decisione è stata presa dal giudice Eleonora Panzironi nella breve udienza che si è tenuta oggi 8 maggio al Tribunale di Velletri.

I genitori di Lavinia, Massimo Montebove e Lara Liotta

Il 22 maggio ci sarà un’udienza interlocutoria per una verifica dei documenti del fascicolo processuale. “Come famiglia siamo soddisfatti. Speriamo che dopo tutto questo tempo si arrivi alla possibilità di una sentenza prima dell’estate e siamo felici del fatto che il giudice abbia presto questa decisione. Durante il processo è stato già detto e fatto per capire e conoscere la verità dei fatti, non serviva altro. Giustizia per Lavinia!“, è il commento di Lara Liotta, mamma della bimba.

Le udienze sono riprese stamani dopo 4 mesi di stop per legittimo impedimento della conducente, che ha da poco partorito. Il giudice ha respinto le richieste delle parti che chiedevano una nuova perizia sull’incidente, l’esame di una minore presente il giorno dell’investimento e un nuovo confronto testimoniale. Tutto respinto perché la situazione ricostruita fino ad oggi in 11 udienze di primo grado appare evidentemente chiara. È stato concesso solo un appuntamento interlocutorio per permettere la verifica delle carte del corposo fascicolo processuale. Poi si andrà al 19 giugno con l’udienza di discussione che potrebbe vedere nella stessa giornata o nei giorni immediatamente successivi la tanto attesa sentenza di primo grado.

Il giudice – secondo il legale della famiglia, Cristina Spagnolo – oggi ha sciolto la riserva sulle istanze istruttorie integrative che erano state presentate dalle parti. Il giudice ha ritenuto che il compendio probatorio acquisito sia già sufficiente e ha rigettato le istanze. Quindi ha fissato una udienza interlocutoria il 22 maggio per la verifica dei documenti inseriti nel fascicolo del dibattimento e una successiva udienza, il 19 giugno, nella quale le parti saranno chiamate a discutere. Noi siamo molto soddisfatti perché finalmente Lavinia potrà avere una sentenza e questo potrà avvenire prima dell’estate”.

A quasi 5 anni dall’incidente di Lavinia, avvenuto il 7 agosto 2018 – spiega il padre di Lavinia, Massimo Montebove – finalmente dovrebbe arrivare la sentenza. Speriamo bene. Speriamo di ottenere giustizia. Questo è solo il primo grado e dobbiamo correre perché il rischio prescrizione non è scongiurato. Però siamo contenti di come sia andata l’udienza di oggi“.

In Evidenza

SPQV, Marco Conti nuovo Direttore sportivo e Luigi Lombardi nuovo Allenatore

E’ ufficiale: le nomine sono note a tutti ed accolte con grande soddisfazione porteranno un reale contributo alla crescita della…

Continua a leggere ...

‘Vengo via con te’, VII edizione per adottare un amico a 4 zampe

L’evento si terrà sabato 29 giugno, alle 16.30 presso il parco comunale di Santa Maria dell’Orto di Velletri di Redazione…

Continua a leggere ...

“Augusto d’oro” consegnati alle eccellenze del territorio

Sabato pomeriggio presso la Sala Marcello De Rossi del Polo Espositivo “Juana Romani” gli augusto d’oro, nel segno di Augusto,…

Continua a leggere ...

Festa della Mamma

Idee per un Regalo - 331.434.16.37